“La vostra fede nel Signore sia immune da favoritismi personali”, ci dice san Giacomo. Ci racconta una cosa preziosa perché spesso noi rischiamo di far favoritismi perché vogliamo ricevere il nostro tornaconto. Aiutiamo chi è ricco perché ci darà qualcosa in cambio, aiuteremo chi è piacevole davanti ai nostri occhi perché potremmo contemplarlo di più, aiuteremo le persone che possono, in cambio, rendere bella e preziosa la nostra vita. Non stiamo più aiutando gli altri, ma stiamo cercando qualcosa per noi stessi. Dio ci chiede qualcos'altro: ci chiede di rinunciare a noi stessi e quindi di donare proprio a coloro da cui non riceveremo niente in cambio. Ci sono persone che non ci diranno neanche grazie per un sorriso, per una parola buona, per un saluto: facciamolo! Ci sono persone che se ne approfitteranno della nostra bontà: facciamo loro il bene anche se non riceveremo niente in cambio. Il bene che avremo fatto sarà senz’altro un dono e non una compravendita per ricevere qualcosa: questa è la strada che anche Gesù ha seguito.

Valutazione media
5.0 (1)
Cambia la tua valutazione
82 Visualizzazioni