«”Che cosa pensate del Cristo? Di chi è figlio?”. Gli risposero: “Di Davide”» (Mt 22, 42)

La gente rimane attratta e incantata di fronte a Gesù. Intuisce che c’è in Lui qualcosa di speciale, di mai visto, di unico, ma non è facile spiegare di cosa si tratta. Possono pensare che sia il Cristo, atteso da secoli, che è annunciato dai profeti come discendente di Davide e quindi pur sempre e solo un uomo.
E allora pone domande, che fanno pensare, alle quali non si riesce a dare risposta, alludendo a qualcosa di più, senza giungere ad un’affermazione piena della sua identità. Infatti con Dio conta più di tutto che lo cerchiamo.

Valutazione media
5.0 (1)
Cambia la tua valutazione
115 Visualizzazioni