«Il vino nuovo bisogna versarlo in otri nuovi» (Lc 5, 38)

La vita del Vangelo è tutt'altra cosa rispetto al normale vivere comune. Non soltanto perché chiede comportamenti nuovi, ma perché chiede un altro modo di interpretare la vita. È quello per il quale ci si fida anzitutto di Dio e si decide di seguirLo qualunque strada indichi. Ciò appare follia o almeno incomprensibile per il comune modo di vivere, specie quando si tratta di abbandonare il certo per l'incerto.

Ma solo se siamo "otri nuovi" possiamo ricevere e offrire quel "vino nuovo" del Vangelo che è la vita di Gesù.

Valutazione media
4.0 (1)
Cambia la tua valutazione
67 Visualizzazioni