Compieta

Liturgia delle Ore

V  Convertici, Dio, nostra salvezza.
R  E placa il tuo sdegno verso di noi.

V  O Dio, vieni a salvarmi.
R  Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria.

Alleluia.

INNO

Di tenebra la terra ormai si ammanta:
quasi una dolce morte
scende sui corpi spossati,
che alla luce del giorno rivivranno.

Cristo Signore, luce vera, vita,
salva i tuoi servi;
l’oscura inerzia del sonno
non si tramuti nell’esilio eterno.

Nessuna forza del male
ci vinca nella notte:
tu che ci doni il riposo,
veglia su chi ti implora.

A te, Gesù, sia gloria
che sei nato da vergine,
con il Padre e lo Spirito
nella distesa dei secoli.   Amen.

INNO

Nigránte tectam pállio
iam terra noctem sύscipit,
ut viva dulci fύnere
reconvaléscant corpora.

Mortis figύra blándior
bustum sopóris ádmovet,
anhéla lucis æstibus
dum mens tepéscit ótio.

Lux Christe, vita, véritas,
ne fusca somni témpora
tætris paráta umbráculis
nos a tenebra évocent.

Nox nulla nos subdat sibi
in noctis atræ tégmine;
tu per quiétis múnera
assiste, custos pérvigil.

Iesu tibi sit glória
qui natus es de Virgine
cum Patre et almo Spiritu
in sempitérna sæcula.   Amen.

INNO

Di ombre la terra si ammanta
e quasi una morte tranquilla
discende sui corpi spossati,
preludio di nuovo vigore.

O Cristo, tu vita e luce,
difendi i tuoi servi dal male:
l’oscura inerzia del sonno
non cada in esilio eterno.

Nessuna potenza del male
ci vinca nel cuor della notte:
e tu che ci doni il riposo,
proteggi chi in te si rifugia.

A te sia gloria, Signore,
da Vergine Madre donato,
col Padre e lo Spirito santo
per sempre nei secoli eterni. Amen.

SALMODIA

Salmo 142, 1-11
Preghiera nella tribolazione

Siamo giustificati dalla fede in Cristo e non dalle opere della legge (Gal 2, 16).

Ant.   Insegnami a compiere il tuo volere, *
          perché sei tu il mio Dio.

Signore, ascolta la mia preghiera, †
porgi l’orecchio alla mia supplica,
tu che sei fedele, *
e per la tua giustizia rispondimi.

 Non chiamare in giudizio il tuo servo: *
nessun vivente davanti a te è giusto.

Il nemico mi perseguita, *
calpesta a terra la mia vita,
mi ha relegato nelle tenebre *
come i morti da gran tempo.

In me languisce il mio spirito, *
si agghiaccia il mio cuore.

Ricordo i giorni antichi, †
ripenso a tutte le tue opere, *
medito sui tuoi prodigi.

A te protendo le mie mani, *
sono davanti a te come terra riarsa.
Rispondimi presto, Signore, *
viene meno il mio spirito.

Non nascondermi il tuo volto, *
perché non sia come chi scende nella fossa.
Al mattino fammi sentire la tua grazia, *
poiché in te confido.

Fammi conoscere la strada da percorrere, *
perché a te si innalza l’anima mia.
Salvami dai miei nemici, Signore, *
a te mi affido.

Insegnami a compiere il tuo volere, †
perché sei tu il mio Dio. *
Il tuo spirito buono mi guidi in terra piana.

Per il tuo nome, Signore, fammi vivere, *
liberami dall’angoscia, per la tua giustizia.

Gloria.

Ant.   Insegnami a compiere il tuo volere, *
          perché sei tu il mio Dio.

LETTURA BREVE

Fratelli, siate temperanti, vigilate. Il vostro nemico, il diavolo, come leone ruggente va in giro, cercando chi divorare. Resistetegli saldi nella fede.

RESPONSORIO BREVE

R   A quanti invocano il Signore.
      A quanti invocano il Signore, * egli si fa vicino.

V   Appaga il desiderio di quelli che lo temono.
      Egli si fa vicino.
      Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo.
      A quanti invocano il Signore, egli si fa vicino.

CANTICO DI SIMEONE

Lc 2, 29-32
Cristo, luce delle genti e gloria d'Israele

Chi desidera di essere lasciato andare, attenda il Cristo Signore, prenda tra le sue mani il Verbo di Dio, e lo stringa con le braccia della sua fede (S. Ambrogio).

Ant.   Siate temperanti e vigilate, *
          perché il vostro nemico
          come leone ruggente si aggira,
          cercando chi divorare.

Ora lascia, o Signore, che il tuo servo *
vada in pace secondo la tua parola; 

perché i miei occhi han visto la tua salvezza, *
preparata da te davanti a tutti i popoli, 

luce per illuminare le genti *
e gloria del tuo popolo Israele.

Gloria.

Ant.   Siate temperanti e vigilate, *
          perché il vostro nemico
          come leone ruggente si aggira,
          cercando chi divorare.

ORAZIONE

Illumina, Padre, la nostra notte
e dona ai tuoi servi un riposo senza colpa;
incolumi al nuovo giorno ci conducano gli angeli
e ci ridestino alla tua luce.
Per Cristo nostro Signore.

ANTIFONA ALLA BEATA VERGINE MARIA

Inviolato fiore, purissima Vergine,
porta lucente del cielo,
Madre di Cristo amata, Signora piissima,
odi quest'inno di lode.
Casta la vita scorra, sia limpido l'animo:
così t'implorano i cuori.
Per la tua dolce supplica a noi colpevoli
scenda il perdono di Dio,
Vergine tutta santa, Regina bellissima,
inviolato fiore.

ANTIFONA ALLA BEATA VERGINE MARIA

Ave, o Maria, piena di grazia,
il Signore è con te.
Tu sei benedetta fra le donne
e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.
Santa Maria, Madre di Dio,
prega per noi peccatori,
adesso e nell'ora della nostra morte. Amen.

ANTIFONA ALLA BEATA VERGINE MARIA

Ave, regina dei cieli,
ave, signora degli angeli;
porta e radice di salvezza,
rechi nel mondo la luce.
Godi, Vergine gloriosa,
bella fra tutte le donne;
salve, o tutta santa,
prega per noi Cristo Signore.

ESAME DI COSCIENZA

Alla fine di Compieta si può fare l'esame di coscienza, che nella celebrazione comune o è compiuto in silenzio, oppure è inserito nell'atto penitenziale secondo le formule del Messale.

CONCLUSIONE

Nella celebrazione comune, si termina con l'invito.

V  Dormiamo in pace.
R  Vigiliamo in Cristo.