Lodi mattutine

Liturgia delle Ore

SECONDA SETTIMANA - DOMENICA

V   O Dio, vieni a salvarmi.
R   Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre e al Figlio *
     e allo Spirito santo.
Come era nel principio e ora e sempre *
     nei secoli dei secoli. Amen.

Alleluia.

CANTICO DI ZACCARIA

Lc 1, 68-79

Il Messia e il suo precursore

O Sole vero, irràdiati! (S. Ambrogio).

Ant.   Coll’impeto del suo amore il Signore Gesù
          al Padre ci riconduce, *
          se con umile cuore la divina pietà sollecitiamo.

Benedetto il Signore Dio d’Israele, *
     perché ha visitato e redento il suo popolo,

e ha suscitato per noi una salvezza potente *
     nella casa di Davide, suo servo,

come aveva promesso *
     per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo:

salvezza dai nostri nemici, *
     e dalle mani di quanti ci odiano.

Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri *
     e si è ricordato della sua santa alleanza,

del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre, *
     di concederci, liberàti dalle mani dei nemici,

di servirlo senza timore, in santità e giustizia *
     al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.

E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo *
     perché andrai innanzi al Signore
          a preparargli le strade,

per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza *
     nella remissione dei suoi peccati,

grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, *
     per cui verrà a visitarci dall’alto un sole che sorge,

per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre *
     e nell’ombra della morte
e dirigere i nostri passi *
     sulla via della pace.

Gloria al Padre e al Figlio *
     e allo Spirito santo.
Come era nel principio e ora e sempre *
     nei secoli dei secoli. Amen.

Ant.   Coll’impeto del suo amore il Signore Gesù
          al Padre ci riconduce, *
          se con umile cuore la divina pietà sollecitiamo.
          Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison.

PRIMA ORAZIONE

Preghiamo.

(Pausa di preghiera silenziosa)

O Dio d’amore, accogli le suppliche
di quelli che confidano nella tua misericordia
e donaci la tua protezione
in ogni avversità della vita.
Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio,
che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli dei secoli.

SALMODIA

Cantico - Dn 3, 57-88. 56

Ogni creatura lodi il Signore

Fatti voce di ogni creatura (Canone IV).

Ant. 1   Opere tutte del Signore, benedite il Signore; *
             lodatelo ed esaltatelo nei secoli.

Benedite, opere tutte del Signore, il Signore, *
     lodatelo ed esaltatelo nei secoli.
Benedite, angeli del Signore, il Signore, *
     benedite, cieli, il Signore.

Benedite, acque tutte, che siete sopra i cieli, il Signore, *
     benedite, potenze tutte del Signore, il Signore.
Benedite, sole e luna, il Signore, *
     benedite, stelle del cielo, il Signore.

Benedite, piogge e rugiade, il Signore, *
     benedite, o venti tutti, il Signore.
Benedite, fuoco e calore, il Signore, *
     benedite, freddo e caldo, il Signore.

Benedite, rugiada e brina, il Signore, *
     benedite, gelo e freddo, il Signore.
Benedite, ghiacci e nevi, il Signore, *
     benedite, notti e giorni, il Signore.

Benedite, luce e tenebre, il Signore, *
     benedite, folgori e nubi, il Signore.
Benedica la terra il Signore, *
     lo lodi e lo esalti nei secoli.

Benedite, monti e colline, il Signore, *
     benedite, creature tutte che germinate sulla terra, il Signore.
Benedite, sorgenti, il Signore, *
     benedite, mari e fiumi, il Signore.

Benedite, mostri marini e quanto si muove nell'acqua, il Signore, *
     benedite, uccelli tutti dell'aria, il Signore.
Benedite, animali tutti, selvaggi e domestici, il Signore, *
     benedite, figli dell'uomo, il Signore.

Benedica Israele il Signore, *
     lo lodi e lo esalti nei secoli.
Benedite, sacerdoti del Signore, il Signore, *
     benedite, o servi del Signore, il Signore.

Benedite, spiriti e anime dei giusti, il Signore, *
     benedite, pii e umili di cuore, il Signore.
Benedite, Anania, Azaria e Misaele, il Signore, *
     lodatelo ed esaltatelo nei secoli.

Benediciamo il Padre e il Figlio con lo Spirito santo, *
     lodiamolo ed esaltiamolo nei secoli.
Benedetto sei tu, Signore, nel firmamento del cielo, *
     degno di lode e di gloria nei secoli.

Ant. 1   Opere tutte del Signore, benedite il Signore; *
             lodatelo ed esaltatelo nei secoli.

Salmi laudativi

Ogni vivente dia lode al Signore

A Dio la gloria, nella Chiesa e in Cristo Gesù (Ef 3, 21).

Ant. 2   Lodate il Signore
             per la sua immensa grandezza *
             lodatelo con squilli di tromba.

Sal 150

Lodate il Signore nel suo santuario, *
     lodatelo nel firmamento della sua potenza.
Lodatelo per i suoi prodigi, *
     lodatelo per la sua immensa grandezza.

Lodatelo con squilli di tromba, *
     lodatelo con arpa e cetra;
lodatelo con timpani e danze, *
     lodatelo sulle corde e sui flauti.

Lodatelo con cembali sonori, †
     lodatelo con cembali squillanti; *
     ogni vivente dia lode al Signore.

Sal 116
Invito universale alla lode di Dio

Lodate il Signore, popoli tutti, *
     voi tutte, nazioni, dategli gloria;

perché forte è il suo amore per noi *
     e la fedeltà del Signore dura in eterno.

Gloria al Padre e al Figlio *
     e allo Spirito santo.
Come era nel principio e ora e sempre *
     nei secoli dei secoli. Amen.

Ant. 2   Lodate il Signore
             per la sua immensa grandezza *
             lodatelo con squilli di tromba.

Salmo diretto

Canto di gioia e di vittoria

È lo stesso Signore Gesù a dire: «Nella tribolazione ho invocato il Signore, ed egli mi ha esaudito» (S. Ambrogio).

Sal 117, 1-9

Celebrate il Signore, perché è buono: *
     eterna è la sua misericordia.

Dica Israele che egli è buono: *
     eterna è la sua misericordia.

Lo dica la casa di Aronne: *
     eterna è la sua misericordia.

Lo dica chi teme Dio: *
     eterna è la sua misericordia.

Nell’angoscia ho gridato al Signore, *
     mi ha risposto, il Signore, e mi ha tratto in salvo.

Il Signore è con me, non ho timore; *
     che cosa può farmi l’uomo?
Il Signore è con me, è mio aiuto, *
     sfiderò i miei nemici.

È meglio rifugiarsi nel Signore *
     che confidare nell’uomo.
È meglio rifugiarsi nel Signore *
     che confidare nei potenti.

Gloria al Padre e al Figlio *
     e allo Spirito santo.
Come era nel principio e ora e sempre *
     nei secoli dei secoli. Amen.

SECONDA ORAZIONE

Dio eterno, che solo sei buono,
dona alla tua Chiesa,
che non vuole confidare nei potenti,
di riconoscerti unico re
e di sperimentare con gioia
l’efficacia della tua protezione.
Per Cristo nostro Signore.

INNO

O Splendore del Padre,
o Luce nata da Luce,
Luce che origini luce,
Giorno che illumini i giorni,

il mondo oscuro inonda,
Sole che non tramonti!
Apri i cuori al riverbero
fulgente dello Spirito.

E al Dio di eterna gloria
ora salga la supplica:
potente la sua grazia
distolga i nostri passi da ogni insidia;

ridoni il coraggio del bene,
reprima l’invidia di Satana,
volga le asperità a nostro favore,
conceda di vivere giusti;

regni sovrana sull’animo,
casto e fedele preservi il corpo,
pura e fervente la fede,
ignara d’ogni errore.

Cristo sia nostro cibo,
la fede ci disseti:
beviamo con gioia la sobria
ebbrezza dello Spirito.

Lieto trascorra il giorno:
il pudore sia un’alba serena,
la fede un meriggio assolato,
ombra notturna sul cuore non scenda.

O Cristo, Aurora, svélati,
ora che avanza l’aurora:
tutto nel Padre vivi,
tutto in te vive il Padre.

All’Eterno si levi la lode
e all’unico suo Figlio
con lo Spirito santo
negli infiniti secoli. Amen.

INNO

Splendor patérnæ glóriæ,
de luce lucem próferens,
lux lucis et fons lúminis,
diem dies illúminans,

Verúsque sol, illábere
micans nitóre pérpeti,
iubárque  sancti  Spíritus
infúnde nostris sénsibus.

Votis vocémus et Patrem,
Patrem perénnis glóriæ,
Pater poténtis grátiæ
culpam reléget lúbricam.

Infórmet actus strénuos,
dentem retúndat invídi,
casus secúndet ásperos,
donet geréndi grátiam.

Mentem gubérnet et regat
casto, fidéli córpore;
fides calóre  férveat,
fraudis venéna nésciat.

Christúsque nobis sit cibus,
potúsque noster sit fides;
læti bibámus sóbriam
ebrietátem  Spíritus.

Lætus dies hic tránseat;
pudor sit ut dilúculum,
fides velut merídies,
crepúsculum mens nésciat.

Auróra cursus próvehit;
auróra  totus pródeat,
in Patre totus  Fílius
et totus in Verbo Pater

Deo Patri sit glória
eiúsque soli Fílio,
cum Spíritu Paráclito
in sempitérna sæcula.   Amen.

INNO

Eterno Splendore del Padre,
o Luce che nasci da Luce,
tu Luce che origini luce
e Giorno che illumini i giorni:

il mondo oscuro inonda,
o Sole che ignori il tramonto!
Effondi lo Spirito santo,
fulgente bellezza, nei cuori.

Al Dio di gloria infinita
la supplica salga umilmente:
potente la grazia divina
protegga da insidie il cammino,

ridoni il coraggio del bene,
reprima l’invidia di Satana,
tranquilla conduca la vita,
conceda di vivere giusti;

sull’animo regni sovrana,
preservi il corpo fedele,
fervente conservi la fede,
ignara di ogni errore.

Il Cristo sia cibo che nutre,
la fede disseti l’arsura;
infonda lo Spirito santo
il dono di sobria ebbrezza.

Il giorno trascorra in letizia,
un’alba serena il pudore,
la fede un meriggio assolato;
nel cuore non scenda la notte.

O Cristo, Aurora, risplendi,
avanza insieme all’aurora:
nel Padre tu vivi e sei tutto,
e tutto in te vive il Padre.

Eterno, a te salga la lode
e all’unico Figlio Signore;
cantiamo all’Amore infinito
nei secoli, ora e per sempre. Amen.

ACCLAMAZIONI A CRISTO SIGNORE

Cfr. Eb 1, 3; 2, 9. 10. 11. 18; 3, 1; 6, 20

A Cristo, sacerdote eterno,
eleviamo le nostre invocazioni.

Signore Gesù, assiso alla destra della maestà di Dio
nell’alto dei cieli,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Signore Gesù, coronato di gloria e di onore
a causa della morte che hai sofferto per noi,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Signore Gesù, che sei stato messo alla prova
e vieni in aiuto a quelli che subiscono la tentazione,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Signore Gesù, nostro capo che guidi a salvezza,
reso perfetto dalla tua passione,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Signore Gesù, nostro precursore
nel santuario celeste,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Signore Gesù, apostolo e pontefice
della fede che professiamo,
Kyrie eleison.
     Kyrie eleison.

Padre nostro.

CONCLUSIONE

La conclusione delle Lodi può essere fatta in due modi:
A) Se la celebrazione è presieduta da un sacerdote o da un diacono, la conclusione si fa col saluto e con la benedizione in questo modo:

V   Il Signore sia con voi.
R   E con il tuo spirito.
      Kyrie eleison, Kyrie eleison, Kyrie eleison. 

V   Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito santo.
R   Amen. 

Si possono anche usare le forme di benedizione più solenni come è detto nel Messale.
Se si congeda l’assemblea, si aggiunge l’invito: 

V   Andiamo in pace.
R   Nel nome di Cristo. 



B) Nella celebrazione individuale o quando non presiede un sacerdote o un diacono, si conclude con la formula seguente:

V   Il Signore ci benedica e ci esaudisca.
R   Amen. 

oppure:
V   La santa Trinità ci salvi e ci benedica.
R   Amen.