Approfondimento

DEVARÌM 'ACHERÌM (Parole altre)

sabato 30 luglio 2022
Pubblicato
sabato 30 luglio 2022
Quanto hai gradito questo contenuto?

Opera poetica vincitrice al Narrapoetando

Non so che consistenza possa avere / questo cercare da soli un sentiero / nella palude delle cose dubbie. / Ci manca l’umiltà di camminare / insieme (spalla a spalla). Senza meta. / Con l’unica speranza di trattenere / il male che trasuda dalle nostre /mani (né sante, né malvage) umane / Vorrei provare a escogitare enigmi / per provare a confondere (se riesco) / l’Angelo della morte e rallentarne / il passo …

Provo a tracciare un alfabeto nuovo / su frustoli di pagine rubate / all’interiore essenza del divino. / Scrivo (e rifondo il mondo con le labbra / nere di ventidue chimere). Letto / (e trafiggo orecchie ancora chiuse …

… (sono / un albero che affonda le radici / in un deserto che non ha futuro)

Nato nel modenese, ove tuttora risiede, Gianpaolo Anderlini si dedica da quarant’anni a studi sull’ebraismo e ha focalizzato il suo interesse sull’interpretazione ebraica dei Salmi. È redattore della rivista QOL che si occupa del dialogo ebraico-cristiano. Tra i libri pubblicati: Parole di vita (Giuntina 2009), Ebraismo (EMI 2012), I quindici gradini. Un commento ai Salmi 120-134 (Giuntina 2012), Per favore non portateli ad Auschwitz (Wingsbert 2015), Qabbalàt Shabbàt. Meditazione sui salmi del Sabato (Aliberti 2017), Giobbe. Opera in versi (Fara 2018), Distopie (Fara 2020), Versi di/versi. Diario poetico ai tempi del coronavirus (Fara 2020), Angelo Fortunato Formíggini. Uno dei meno noiosi uomini del suo tempo (Aliberti 2021), Variazioni (poesie, Fara 2021).

titolo: DEVARÌM 'ACHERÌM (Parole altre)
autore: Gianpaolo Anderlini
editore: FaraEditore
pagg. 80
ISBN: 978-88-9293-098-8
€ 10,00
per ordinarlo

Area commenti